sabato 2 marzo 2013

Mungitoia e 'cattura'.





Gennaio, un paio di belle giornate. L'addome delle capre lievita, attendiamo le nevicate, quelle serie. I parti si avvicinano. Se vogliamo mungere e fare formaggioccorre dotarsi di una postazione comoda per mungere.

 


L'idea ovviamente gira per la testa da un pò di tempo. I cataloghi di vendita delle mungitoie, in genere in metallo, con cattura, non ci risulta siano monoposto. Minimo quattro o cinque posti. Il costo minimo a partire dai 250 euri.




Era dall'autunno che avevo in mente di costruirmene una e, deve dire che nei tempi di riposo, seduto a godermi il sole di montagna, mi ballava tra le mani un 'barotto',  un bastone di 5 o 6 cm di diametro, di castagno un po' curvo. Lo appiattisco a colpi di raspa da una estremità, e poi con trapano e raspa faccio un'asola sulla destra, in modo che posa scorrere.
Quattro legni, per la precisione perline di risulta che abbiamo in casa, vengono riciclati per una intelaiatura molto semplice, fatta con vinavil e viti.




Il pianale invece costrito con tavole grezze fissate su due monconi di travi avanzate dalla costruzione del tetto, ma rarenbbero state facilmente sostituibili con due pezzi di castagno spianati a lati paralleli. Ed ecco fatta la mungitoia con cattura.
Ho dovuto aggiungere un passante appena sotto a quello che si vede in fotografia, per adattare la cattura su posizioni diverse a seconda dell'altezza della capra. E' la prima che costruiamo.

video

La gioventù nostra, dopo aver studiato cose più o meno utili in Università che vivono in un mondo accademico a parte per metà della loro esistenza, restano disoccupati uno su due, per il resto, e tutto lascia prevedere che si aggraverà la situazione.
Sfiduciati vanno a morire davanti alla televisione. Apatici, senza speranza e dignità sopravvivono da un oblio all'altro, in attesa di chissà cosa. "Pecore matte", come dice Dante, che si dibattono e vagano abuliche senza un credo, come in un enorme campo di concetramento a cielo aperto da cui nessuno spera di evadere. Fare debiti per uscire dai debiti. Tasse per pagare interessi su debiti in una spirale che in realtà è un nodo scorsoio.
L'importante è riaccendere la speranza. Cambiare vita. Modi di vivere. Modi di lavorare e di divertirsi. Il vecchio mondo è sempre più prossimo alla sua pira finale. Occorre prepararsi, prima ci si rende conto e meglio è. 
Il ritorno alla pienezza di una vita dignitosa che faccia risplendere di nuovo il sole sulla terra richiedono qualità che vanno maturando, tecniche anti-induststriali e doti morali, non ultima la capacità di difendere anche con la forza le conquiste, con la stessa forze con cui difendereste i  figlio o la moglie. Perchè i signori del denaro, delle banche, della finanza internazionale, coloro che hanno "per padre Satana", come li chiama anche il Vangelo, quantunque non invincibili,non staranno a guardare l'opera che portano avanti per compiace al padre, loro vada distrutta senza reagire.

Attaccano e attaccheranno a fondo ogni forma di l'autarchia, agricola o artigianale, sempre più con forza e determinazione perchè questa riduce il denaro al suo valore orginario di mezzo di scambio tra produttori.  Per questo sarà inevitabile, quando le coscienze avranno raggiunto le certezze necessarie, combattere per non farsi distruggere, per difendersi.

Mungitoia e 'cattura', cattura anche la speranza.












4 commenti:

  1. Buonasera, già che ci sei e lo hai costruito uno schizzo con qualche misura per poterlo copiare !!, devo costruirlo anch'io, se mi dai delle indicazioni faccio un disegno dettagliato su cad da pubblicare

    RispondiElimina
  2. Sono andato a spanne misurando ad occhio. Ne avevo in passato costruita una simile. Funziona benissimo. Costi minimi, riutilizzo materiale. Dove lo pubblicheresti?

    RispondiElimina
  3. ciao buonasera ottimo complimenti. mi potreste diure la base quanto eè rialzata da terra? grazie mille.

    RispondiElimina
  4. ciao! capitato per caso su questo sito, sono rimasto colpito dal pensiero aggiunto alla costruzione della cattura. non c'è parola o frase che non sintetizzi quello che io e mia moglie da tempo pensiamo. Mi è venuto forte l'impulso di fartelo sapere. di farti sapere che ci siamo anche noi.

    RispondiElimina